Cosa vedereLuoghi

Il fiume Shala, una perla incastonata tra le Alpi albanesi

Negli ultimi due anni il fiume Shala è diventato una delle destinazioni più attraenti d'Albania, grazie soprattutto alle sue acque cristalline che le hanno dato il soprannome di 'Thailandia d'Albania'

La scogliera del fiume Shala (Lumi i Shalës) è diventata negli ultimi due anni una delle destinazioni fluviali più attraenti delle Alpi albanesi. L’acqua di colore blu chiaro del fiume offre agli avventurieri un panorama che ricorda molto la Thailandia.

Tuttavia, la strada per arrivare in questo meraviglioso paesaggio è lunga. La partenza da Tirana si effettua prima che abbia albeggiato, perché ci vorranno circa tre ore per arrivare nel punto di partenza delle navi sul lago di Koman: i traghetti partono alle 6 e alle 9 di mattina.

Comunque sia, per un totale di 90 euro (5 euro a persona) le barche da circa 20 posti vengono messe a disposizione dei visitatori per apprezzare da vicino i punti più belli e interessanti del fiume e del lago. La valle del fiume Shala, una zona fluviale incontaminata che negli ultimi mesi è stata inserita nelle guide turistiche delle varie agenzie, sta attirando un’attenzione straordinaria soprattutto per la sua meravigliosa natura vergine e le opportunità che essa offre.

I visitatori, infatti, possono godersi la gita in barca, arrampicarsi sulle vette circostanti e immergersi nelle fresche acque del fiume Shala. Nonostante questo, l’isolamento e la mancanza di visitatori degli ultimi anni hanno fatto sì che ci siano ancora capacità di alloggio limitate, mentre i turisti arrivati da tutto il paese hanno sottolineato il servizio non eccellente. La soluzione più comune, attualmente, è quella di organizzarsi personalmente con tende da campeggio ed immergersi nelle leggende medievali.

Secondo una di esse, infatti, il principe Lek Dukagjin, il secondo più importante leader albanese dopo l’eroe Giorgio Castriota Scanderbeg, ha passato anni della sua vita in quest’area:

“Il fiume Shala è una nuova attrazione, da poco frequentato. Esso attira i visitatori con la sua acqua cristallina e la sua natura meravigliosa.” – ha dichiarato per BIRN Eduard Kocli, guida turistica dell’agenzia Albania Alpine Adventure.

Inoltre, ha aggiunto che questo boom di turisti negli ultimi due anni abbia spinto le persone della zona coinvolte nel settore dei servizi e dell’alloggio a cercare opportunità di sviluppo con iniziative che finanzieranno l’agricoltura, in modo che i visitatori possano gustare i prodotti locali. Gli stessi visitatori che, dopo aver preso il sole e pranzato immersi nella natura, tornano nuovamente sulle barche per godersi la via di ritorno.


Questo articolo è stato originariamente pubblicato su reporter.al in lingua albanese dal titolo “Tajlanda” shqiptare në lumin Shalë tërheq qindra aventurierë” dell’autrice Ivana Dervishi

Argomenti
Visualizza tutto

commenti per “Il fiume Shala, una perla incastonata tra le Alpi albanesi”

Potrebbe interessarti anche

Close