Patrimoni mondiali dell’umanità in Albania

L’Albania ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell’Umanità il 10 luglio 1989.

Spesso si è messo in evidenza che questa nazione rappresenta in miniatura il paesaggio dell’intera Europa. Quasi ogni 50 km il paesaggio cambia radicalmente ricordando ora le foreste di betulle di Russia e Bielorussia, ora le montagne del Nord Europa, ora i ruscelli e fiumi scandinavi ora i golfi e le insenature del mediterraneo

Lista dei patrimoni dell’umanità – Siti Unesco Albania

1. Butrinto

Se vi trovate nei dintorni di Saranda , all’estremità meridionale dell’Albania, non potete perdere l’occasione di visitare il meraviglioso sito archeologico di Butrinto.

Abitato fin dalla preistoria, Butrinto è una città e un sito archeologico in Albania. Dopo un periodo di prosperità sotto l’amministrazione bizantina, poi una breve occupazione da parte dei veneziani, la città fu abbandonata nel tardo medioevo, dopo paludi formate nella zona. L’attuale sito archeologico è un deposito di rovine che rappresentano ogni periodo di sviluppo della città.

La città antica di Butrinto era stata designata Monumento Culturale nel 1948; nel 1999 è stata iscritta nella Lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO; nel 2003 il complesso della zona umida, inclusa parte della laguna e l’area costiera di Butrinto a Capo Stillo, fu proclamata Sito Ramsar e Parco Nazionale (categoria II delle Categorie di Gestione delle Aree Protette IUCN).

Per la sua importanza per la tutela del patrimonio archeologico e storico, Butrinto è stata nominata sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1992. L’importanza culturale del paesaggio e del contesto archeologico è stata in seguito riconosciuta allargando la designazione UNESCO sino a includervi un’area complessiva di 2900 ettari.

Turismo culturale in Albania, sito archeologico di Butrint
Sito archeologico di Butrinto

2. Berat

Berat, una città millenaria, patrimonio mondiale dell’UNESCO, è l’orgoglio dell’architettura albanese e si trova a 120 km da Tirana.

La città forma una meravigliosa combinazione di culture orientali e occidentali, costumi, tradizioni e prospettive. Berat è un tesoro della storia e della cultura albanese e una testimonianza della tradizione di armonia religiosa del Paese.

La vita della città iniziò nel VI-V secolo a.C. come un insediamento illirico. Successivamente, nel III secolo a.C., fu trasformata in una città-castello nota come Antipatrea. Il castello si espanse in seguito, in particolare durante il dominio feudale della famiglia Muzakaj.

Guida di Berat

Berat Albania
Berat, la città dalle finestre sovrapposte

3. Gjirokastër

Gjirokastër (Argirocastro) è una delle città più importanti del Sud dell’Albania, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Arroccata nel lato orientale della Montagna Larga (Mali i Gjërë), la città di Gjirokastër venne fondata come un castello nel quarto secolo; castello il quale rappresenta adesso il più grande dell’intera Albania. Dentro la fortezza si può trovare il Museo delle Armi, dove vengono esposte armi di periodi diversi fino ad arrivare alla Seconda Guerra Mondiale. L’origine della città prende il via proprio con il castello di Argirocastro, costruito nel IV secolo D.C.

Guida di Gjirokastër

Argirocastro
Gjirokastër (in italiano Argirocastro)

4. Rrajca e 5. Lumi i Gashit (Fiume Gashi)

Le Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d’Europa sono un patrimonio dell’umanità dell’UNESCO condiviso tra Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Germania, Italia, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Ucraina. Dal 2017 anche dell’Albania con l’inserimento di Rrajca e Fiume Gashi.

Fiume Gashi Rrajca

6. Il lago di Ocrida

Il lago di Ocrida, la perla dei Balcani, (in lingua albanese: Liqeni i Ohrit, più raramente Liqeni i Pogradecit, lago di Pogradec, è uno dei maggiori laghi della penisola balcanica ed è considerato uno dei più antichi della Terra. La sua origine risale a più di un milione di anni, il che ne fa il lago più antico d’Europa.

È il lago con il maggior numero di specie endemiche del mondo: 212 fra specie animali e vegetali; tra queste è nota la fauna ittica caratterizzata da un elevatissimo tasso di endemismo, che pertanto necessita di particolare tutela.

Alcune specie di pesci endemiche del lago sono la trota del lago di Ocrida ed il carpione del lago di Ocrida. Per questo suo interesse naturalistico il lago è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979. Dal 5 luglio 2019 anche la parte albanese è stata dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

Il lago di Ocrida era conosciuto durante i tempi antichi come Lacus Lychnidus. E’ il secondo lago più grande in Albania. Ha una superficie totale di 349 km quadrati. La sua profondità massima raggiunge i 286 metri.

E’ uno dei laghi più profondi nei Balcani. Il lago è noto per la purezza e la trasparenza del suo lago, che è la casa di due specie uniche ed estremamente gustose di trote, il Corano e il Belushk.

Lo scenario con il lago Ocrida di fronte e il tipico villaggio di pescatori, Lin, sulla destra, è così attraente che non si può fare a meno di fermarsi e fotografarlo. In cima alla collina nelle vicinanze di quest’area ci sono i resti della basilica cristiana costruita alla fine del V secolo.

Ha un ricco mosaico multicolore con motivi di animali, vegetali e geometrici. In giornate limpide di sole è possibile vedere a sinistra la città di Struga e una parte della città di Ocrida, entrambe appartenenti all’ex repubblica jugoslava della Macedonia.

Guida di Pogradec

Lago Di Ocrida Pogradec Albania
Lago di Ocrida, Pogradec

7. Isopolifonia, patrimonio mondiale immateriale

Oltre i siti visibili, l’UNESCO il 25 novembre del 2005 ha anche proclamato Patrimonio intangibile dell’umanità il canto polifonico albanese, erede delle più longeve e meravigliose tradizioni orali e in particolar modo corali dell’intera area dei Balcani.

Numerosi sono infine gli itinerari ufficiali dell’ente turismo albanese che prevedono percorsi che partendo da Tirana, collegano i siti UNESCO e gli altri siti al momento non ancora nominati comprendendo alcune tappe con eventi legati alla tradizione dell’Albania.

Isopolifonia Robert Bisha & Albanian Iso-Polyphonic Choir
Robert Bisha & Albanian Iso-Polyphonic Choir

Discussione su questo articolo

Articoli recenti