I turisti amano l’Albania: boom di visitatori anche a gennaio

Lago artificale di Tirana, Albania

Lago artificale di Tirana, Albania. Foto di Giti Kolasi

data-auto-format="rspv" data-full-width>

Nel gennaio 2020, 693.956 tra cittadini albanesi emigrati e stranieri sono entrati in Albania. Facendo riferimento ai dati pubblicati dall’Istituto di Statistica Albanese (INSTAT), risulta che rispetto a gennaio 2019, si è verificato un aumento di 20,9%.

Nel gennaio 2020, si è registrato un afflusso di cittadini stranieri che ha toccato la cifra di quasi 250 mila persone, dove la Polonia tiene il primo posto con un incremento elevato di 38,9%, mentre la Svizzera ha registrato un lieve calo -1,2%, rispetto a gennaio 2019.

Dall’Italia, a gennaio 2020 sono entrati 21067 turisti, un risultato in crescita rispetto a gennaio 2019, dove il numero era 19.335.

Sempre più turisti stranieri: rispetto a cinque anni fa +70%

Il turismo in Albania ha un profilo sempre più internazionale. Nel 2019 gli arrivi dall’estero sono stati 6,4 milioni, in crescita di 8 punti percentuali rispetto all’anno precedente, facendo del 2019 un altro anno di successo per il turismo (fonte albanianews.it ). Un dato sul quale l’Albania sta lavorando per migliorare i servizi e proporre un’offerta sempre più ampia, che non si limiti esclusivamente al mare e ai mesi estivi ma anche al turismo alternativo dove la montagna, l’outdoor e la buona cucina costituiscono degli asset strategici.

Il possibile impatto del terremoto sul turismo

Proseguire con il successo del 2019 dipenderà in gran parte dal recupero dell’immagine turistica del paese, danneggiata notevolmente dal sisma del 26 novembre.

Molti paesi hanno visto le proprie aree turistiche colpite da calamità, ma in questi casi, la velocità di attuazione delle misure di recupero sono importanti. Il recupero veloce nel settore del turismo proporre pacchetti turistici regionali, adeguata promozione internazionale, attuazione di esperienze consolidate nell’affrontare casi simili, una particolare attenzione verso la ricostruzione.

Il Ministro dell’Ambiente e del Turismo Blendi Klosi, a dicembre dell’anno scorso, durante l’ispezione anti-sismica negli hotel a Durazzo aveva già evidenziato la necessità di una certificazione – rilasciata da un team di esperti del settore – per gli hotel di Durazzo, in modo tale da instaurare fiducia e sicurezza negli operatori turistici stranieri.

“Durazzo è la nostra principale destinazione per la prossima stagione e per questo dobbiamo dare garanzie di sicurezza. Abbiamo la necessità che il team di esperti crei una certificazione ufficiale per gli hotel, dato che tutti gli operatori turistici stranieri chiedono ulteriori garanzie sui nostri hotel.” (fonte albanianews.it )

Secondo il Ministro rimane ancora l’obbiettivo di raggiungere 10 milioni di turisti nei primi anni del nuovo decennio.

È evidente che l’Albania è orientata allo sviluppo del turismo e ci auguriamo che questo settore si trasformi in un fattore chiave e stabile per l’economia albanese

Volete sapere di più? Vi consigliamo queste guide turistiche

Per non perdere gli articoli di Albania News seguiteci su Google News

data-auto-format="rspv" data-full-width>

Discussione su questo articolo