Pogradec, attività sportive per promuovere il turismo in città

Un gruppo di studenti di Albania e Kosovo, hanno intrapreso un tour di varie attività sportive e turistiche (come kayak, stand up paddle e bicicletta), per esplorare e promuovere i valori storici, culturali e naturali della città di Pogradec.

Pogradec Turismo Albania Kosov
data-auto-format="rspv" data-full-width>

Grazie alla sua tradizione e alle sue bellezze naturali, Pogradec è una delle città albanesi più affascinanti dove i turisti si recano in tutte le stagioni dell’anno.

Il ministero albanese dell’istruzione, dello sport e della gioventù, il Servizio Nazionale per la Gioventù, l’Albanian ICT Academy ed un gruppo di studenti eccellenti di Albania e Kosovo, hanno intrapreso un tour di varie attività sportive e turistiche (come kayak, stand up paddle e bicicletta), per esplorare e promuovere i valori storici, culturali e naturali della città di Pogradec.

E’ lo stesso municipio di Pogradec che ha reso noto che il gruppo composto da 30 studenti – provenienti da diverse città di Albania e Kosovo –  si sta godendo le vacanze in città, attraverso varie attività in cui dominano sport d’avventura come attrazione e valore aggiunto della stagione turistica.

Pogradec

La città di Pogradec è localizzata nella parte sud-orientale dell’Albania, lungo le rive del lago di Ocrida, il più profondo dei Balcani.

Il confine con la Macedonia è solo a 5 km dal centro della città. Pogradec è una delle località turistiche preferite in Albania per il clima piacevole, per lo straordinario paesaggio alpino con ampie opportunità di prendere il sole, nuotare, pescare, praticare sport acquatici ecc. Le altre montagne di Kamja e Guri i Topit sovrastano la città come se fossero una corona.

Scavi archeologici sulla collina sopra la città hanno portato alla luce un insediamento illirico del V secolo a.c. Drilon, il nome del fiume che sfocia nel lago vicino al villaggio di Tushemisht, è menzionato nei primi testi dell’antichità.

Sulla cima della collina che domina Pogradec c’è un’antica fortezza illirica dal nome Encheleana. Nel medioevo questa fortezza fu ricostruita e il luogo fu ribattezzato dai bulgari, che in quel periodo invasero l’Albania sud-orientale.

Durante il XVIII secolo sotto il dominio turco, la città divenne un centro amministrativo, ma fu in gran parte distrutta durante la prima e la seconda guerra mondiale; tuttavia, un certo numero di case caratteristiche sono state conservate come monumenti culturali.

Una delle prime scuole di lingua albanese è stata aperta a Pogradec. La città è stata per molto tempo la fuga estiva preferita di molti funzionari del governo durante il periodo comunista.

Degno di menzione è il pesce ‘Corano’ locale, molto gustoso e che si trova solo nel lago di Ocrida. Altre specie rare di pesci, uccelli, fauna e altri animali selvatici si trovano nel lago e nell’area circostante.

Le attrazioni includono la località di Drilon, molto famosa per le sue bellezze naturali, le rovine dell’insediamento illirico e una basilica cristiana risalente al V secolo con stupendi mosaici trovati nel lungolago del villaggio di Lin. A ‘Selca e Poshtme’ è possibile vedere l’antico insediamento di Pelion, dove viveva il re illirico, e quattro monumenti e tombe del IV secolo AC incise su una roccia.

Nel 1980 il lago di Ocrida e l’area circostante sono stati dichiarati dall’UNESCO come luogo di patrimonio naturale e cultura mondiale.

La guida turistica di Pogradec

Per non perdere gli articoli di Albania News seguiteci su Google News

data-auto-format="rspv" data-full-width>

Discussione su questo articolo