Valbona, investimenti in impianti di trattamento delle acque reflue e fognature

Il Fondo Albanese per lo Sviluppo ha deciso di costruire per la prima volta una connessione alla rete fognaria di Valbona e un impianto che tratterà le acque reflue

Il Sentiero Theth Valbona 2

Il sentiero Theth -Valbona

data-auto-format="rspv" data-full-width>

Mentre il turismo globale dovrebbe scendere del 70 percento quest’anno rispetto allo scorso anno, come ha dichiarato il capo dell’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite, la valle di Valbona si prepara a ricevere investimenti per gli impianti di fognatura.

Per anni Valbona è diventata uno dei luoghi più interessanti per il turismo locale, con un aumento anno dopo anno di presenze e numero di locande. A seguito di ciò, il Fondo Albanese per lo Sviluppo ha deciso di costruire per la prima volta una connessione alla rete fognaria di questa zona che non esiste e un impianto che tratterà le acque reflue.

La costruzione della rete fognaria di quest’area e dell’impianto di trattamento delle acque reflue servirà una popolazione o turisti residenti che finora raggiungono un numero di 2500 abitanti / turisti.

Sulla base dei dati del comune di Tropoja nella zona turistica di Valbona ci sono strutture ricettive “Guesthouse” (case adattate per alberghi) per ospitare da 2500 a 3000 persone. Ci sono circa 185 edifici in totale, tra cui case residenziali, locande e altre strutture sociali e culturali” si afferma nei documenti.

Secondo i dati raccolti sul campo, il rapporto tecnico dell’ADF sottolinea che attualmente l’area non ha una rete fognaria, sia per le acque reflue che per l’acqua piovana. L’acqua usata viene scaricata in fosse settiche costruite individualmente per ogni casa, mentre l’acqua piovana segue dei percorsi non organizzati.

Secondo i documenti dopo la costruzione del sistema di approvvigionamento idrico, il consumo di acqua è aumentato, causando anche un cambiamento delle condizioni sanitarie e aumentando l’inquinamento dell’ambiente e del fiume Valbona.

Il Fondo Albanese per lo Sviluppo attraverso una procedura di appalto ha iniziato un progetto per la costruzione dell’impianto e della rete fognaria con un fondo limite di circa 58 milioni di lek (468613 euro) mentre ha fissato il termine per la presentazione di documenti e offerte da parte degli operatori interessati il 26 giugno.

La durata dei lavori è prevista per un periodo di 8 mesi, mentre solo per il 2020 il fondo è stimato a 11,6 milioni di lek (88874 euro)

Per non perdere i nostri articoli seguiteci su Google News e sulla nostra pagina Facebook
data-auto-format="rspv" data-full-width>