Albania, più di 5000 turisti stranieri per il Kala Festival

L'evento, che si sta tenendo a Dhërmi, ha mantenuto le aspettative: circa 5000 turisti stranieri sono arrivati appositamente da tutta Europa, ma anche da Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Ad310dcb 6ed8 44f2 B2bb Fa9b8bbfefba
data-auto-format="rspv" data-full-width>

Il meraviglioso lungomare di Dhërmi dal 12 giugno sta ospitando la seconda edizione del “Kala Festival”, dove circa 5000 turisti stranieri sono arrivati da tutta Europa e non sol per divertirsi a suon di musica elettronica suonata dai migliori dj internazionali.

Per la prima volta, quest’anno, il festival si svolgerà in due fasi: la prima – quella attuale – dal 12 al 19 giugno, mentre la seconda dal 20 al 25 giugno.

Siamo insieme agli amici del Kala Festival, uno dei più noti nella regione per quanto riguarda la musica giovanile. L’anno scorso c’è stato un feedback molto positivo da parte dei turisti, cosa che ci ha piacevolmente colpiti e che portato per quest’edizione il numero dei visitatori stranieri a 5000.” – aveva affermato il ministro per il turismo, Blendi Klosi, in un incontro a Dhërmi prima dell’inizio del festival

Oltre a promuovere il turismo in Albania, il Kala Festival è fondamentale per la comunità della zona di Dhërmi per il contributo economico che ne deriva.

La cosa più interessante è che il festival offrirà occupazione a decine di ragazzi durante queste due settimane; anche per questo, stiamo pianificando per il prossimo anno di arrivare ad organizzare quattro festival a Dhërmi. 

E’ una grande testimonianza del trend del turismo albanese, che si sta moltiplicando in tutti gli aspetti. Speriamo che per l’anno prossimo l’Albania venga vista all’estero anche come una destinazione turistica giovanile e musicale.” – ha aggiunto Klosi.

Il Kala Festival

Il festival – i cui biglietti sono andati sold out per quest’edizione – offre musica di qualità, paesaggi mozzafiato, spiagge paradisiache e un’atmosfera unica. Come confermato dal manager dell’evento, Alan Crofton, circa 5000 turisti sono arrivati non solo dall’Europa, ma anche da Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Inoltre, tutti coloro che parteciperanno all’evento avranno la possibilità di godersi le altre meraviglie dell’Albania meridionale, come l’occhio blu – un must per i viaggiatori che visitano l’Albania meridionale – una sorgente d’acqua profonda 45 metri immersa in una foresta, la spiaggia di Ksamil, parte del parco nazionale di Butrinto – dal 1992 patrimonio mondiale dell’UNESCO – e altro gioiello nascosto della riviera albanese, e porto Palermo, dove oltre al fantastico al mare i visitatori potranno godersi una visita nel castello di Alì Pascià di Tepeleni.

 

 

Per non perdere gli articoli di Albania News seguiteci su Google News

data-auto-format="rspv" data-full-width>

Discussione su questo articolo