Valona, un riassunto della stagione turistica 2018: tante note positive

Valona, quest'estate, è stata letteralmente presa d'assalto da visitatori e turisti da tutti Europa (gran parte italiani), attirati dalle meravigliose spiagge e dai prezzi economici. La città ha saputo rispondere alla grande, anche se alcune problematiche continuano a rimanere.

Valona (Vlora in albanese) ha vissuto quest’anno un boom turistico dalla vicina Italia, soprattutto in quanto a giovani, attratti dai prezzi più economici e dalle tante pubblicità sulle meravigliose spiagge albanesi che circolano sui social.

Nonostante la città meridionale abbia vissuto il suo anno migliore in termini di turismo, non sono mancate – come sottolinea la rivista economica Monitor – problematiche: Valona, infatti, continua a soffrire la mancanza di strutture alberghiere, ancora molto limitate di numero, e i numerosi bar, locali e ristoranti sulla riviera non offrono alcuna idea innovativa o qualche servizio extra, che amplierebbe l’offerta turistica della città.

Tuttavia, secondo i numerosi turisti e visitatori, Valona è passata nel corso degli anni dall’essere una città che non dovrebbe essere visitata – a causa della qualità di vita e della sicurezza – al diventare una città che deve essere assolutamente visitata.

Discorso diverso, invece, per alcune città più a sud dell’Albania, come Dhermi che ha subito la ‘cattiva’ pubblicità sui social e su internet,  in cui si diceva che i prezzi in città erano molto elevati. Un discorso relativo, poiché i prezzi elevati erano specifici di determinati locali o determinate spiagge.

Valona: problematiche che rimangono

Tornando alle problematiche, la situazione è nettamente migliorata rispetto agli anni passati, ma molto di esse sono rimaste anche quest’anno; il mancato completamento del by-pass Valona-Orikum, ha fatto sì che le strade di Valona fossero molto trafficate durante le giornate estive.

In aggiunta a questo, anche la carenza di staff associato ai servizi nel settore turistico; anche se, in questo specifico caso, la colpa non è delle aziende in causa ma di una vera e propria mancanza di esperti e specialisti.

Infrastrutture e gestione delle spiagge di Valona

Anche il lavoro del governo rientra negli aspetti positivi di questa stagione turistica. Partendo dall’infrastruttura, ovvero la chiave che sta mettendo in funzione il lungomare di Valona. Oltre a questo, molte strade e molti quartieri sono stati riabilitati. L’asfaltare la strada della ‘Foresta di Soda’ ha fatto sì che quest’area, assieme a quella dell’isola dell’isola di Zvërnec, fosse molto frequentata da turisti e visitatori.

Zvërnec Isola Di Zvernec, Laguna Di Narta, Valona, Albania
Isola di Zvernec, Laguna di Narta, Valona, Albania

Anche la sicurezza sulle spiagge, differentemente dagli altri anni, è andata alla grande, grazie soprattutto ai numerosi bagnini messi a disposizione dal municipio di Valona, il quale, per ampliare ancora di più l’offerta turistica, ha anche organizzato diverse attività culturali di livello europeo.

Argomenti

Potrebbe interessarti anche

Close