“La memoria del vento”, 50 anni di storia dell’Albania, in cento scatti

EstOvest Rai3, 20 maggio 2018 - Le drammatiche fotografie della nave Vlora e dello sbarco a Bari di ventimila albanesi sono state raccolte nel libro di Luca Turi che tramite l'obiettivo racconta la storia dell’Albania dagli anni 60 ai giorni nostri

La rubrica settimanale ‘EstOvest’ è tornata a parlare nel corso dell’ultima puntata dell’Albania: oltre al turismo in crescita nel paese, di cui vi avevamo già parlato, la trasmissione ha trattato il tema degli sbarchi a Bari degli anni ’90 in un libro che racconta la storia dell’Albania dagli anni ’60 ai giorni nostri, pubblicato dal fotoreporter barese Luca Turi.

EstOvest Rai3, 20 maggio 2018 – Lo sbarco della nave Vlora

Immagini un po’ sbiadite dal tempo – quelle delle nave “Vlora”  piena di albanesi pronti a sbarcare a Bari – ma indelebili nella memoria dei due popoli. Istantanee di storia adesso raccolte nel libro del fotoreporter Luca Turi intitolato ‘La memoria del vento’, quel vento che da nord-est, l’8 Agosto del 1991, soffiò sulla poppa nella nave ‘Vlora’ accompagnandola fino al porto di Bari.

L’esodo albanese dopo il crollo del regime comunista, gli anni del contrabbando, la crisi delle finanziarie nel ’97, l’anarchia e l’assalto alle caserme: 50 anni di storia del paese delle aquile in 100 scatti fotografici.

Il libro è stato presentato con una mostra fotografica allestita su una delle navi che tutti i giorni viaggiano tra le due sponde dell’Adriatico, prima nel porto di Bari e poi in quello di Durazzo. Un viaggio al contrario rispetto alla nave ‘Vlora’ come a voler riavvolgere il nastro di quella vicenda. Al timone della ‘Vlora’, che aveva il motore in avaria, c’era il comandante Halim Milaqi il quale è ancora oggi considerato un eroe nazionale. Fu lui ad evitare la tragedia; c’era troppa gente su quella nave e chi era a bordo sa che gli deve la vita e non ha mai smesso di ringraziarlo.

Tra i tanti testimoni di quello sbarco c’era proprio Luca Turi, il quale nel suo racconto fotografico della storia albanese, dagli anni ’60 ai giorni nostri, descrive il passato di un paese che oggi vive una profonda rinascita culturale, sociale, turistica ed economica, ma che, in quegli anni, era nel pieno di una crisi sociale, economica e politica, come ha ricordato Giuseppe De Tommaso, direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, che ha introdotto la presentazione del libro curato dalla giornalista Carmela Formicola ed edito da Florestano Edizioni.


Argomenti
Close